Livelli Essenziali di Assistenza


DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 29 novembre 2001

Definizione dei livelli essenziali di assistenza

              IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

    VISTO   il  decreto  legislativo  30  dicembre  1992,  n.  502,  e successive  modificazioni e integrazioni, con particolare riferimento all'articolo 1, commi 1,2,3,7 e 8;

   VISTO  l'accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di  Trento e di Bolzano recante integrazioni e modifiche agli accordi in  data  il  3  agosto 2000 e il 22 marzo 2001 in materia sanitaria, sancito  l'8  agosto  2001 dalla Conferenza permanente per i rapporti tra  lo  Stato,  le  Regioni  e  le  Province autonome di Trento e di Bolzano,  il  quale, fra l'altro, contestualmente alla determinazione della  disponibilitą  complessiva  ed  onnicomprensiva di risorse da destinare  al  finanziamento del servizio sanitario nazionale per gli anni  dal  2001  al  2004, prevede l'impegno del Governo ad adottare, entro  il  30  novembre 2001, un provvedimento per la definizione dei livelli   essenziali   di  assistenza,  d'intesa  con  la  Conferenza Stato-Regioni,  ai  sensi  dell'articolo 1 del decreto legislativo 19 giugno  1999,  n. 229, di modifica del richiamato decreto legislativo n.  502 del 1992, e in relazione con le risorse definite nello stesso accordo;

   VISTO  l'accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di  Trento  e di Bolzano in materia sanitaria sancito l'8 agosto 2001 dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le  Province  autonome  di  Trento  e  di  Bolzano, che stabilisce le risorse   da   destinare  al  finanziamento  del  Servizio  sanitario nazionale  pari  a  138.000  miliardi  di  lire  per il 2001, 146.376 miliardi  di lire per il 2002, 152.122 miliardi di lire per il 2003 e 157.371 miliardi di lire per il 2004;

   VISTO  l'articolo 6, comma 1, del decreto-legge 18 settembre 2001, n.  347, convertito, con modificazioni, dalla legge 16 novembre 2001, n.  405,  il  quale  stabilisce  che  con  decreto del Presidente del Consiglio  dei  Ministri,  da  adottare entro il 30 novembre 2001, su proposta  del  Ministro  della  salute,  di  concerto con il Ministro dell'economia  e delle finanze, d'intesa con la Conferenza permanente fra  lo  Stato,  le  Regioni  e  le  Province autonome di Trento e di Bolzano,  sono  definiti  i livelli essenziali di assistenza ai sensi dell'articolo  1  del  decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modificazioni;

   VISTO  l'Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di  Trento  e  di  Bolzano,  sancito  in  data 22 novembre 2001 dalla Conferenza  permanente  per  i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province  autonome  di Trento e di Bolzano, relativo alla definizione dei nuovi livelli essenziali di assistenza;

   ACQUISITA l'intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano in data 22 novembre 2001;

   SULLA  PROPOSTA  del  Ministro  della  salute,  di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze;

                               DECRETA :

                                Art. 1.

    1.  Il  presente  decreto  definisce, ai sensi dell'articolo 1 del decreto   legislativo   30   dicembre  1992,  n.  502,  e  successive modificazioni  e integrazioni, e dell'articolo 6 del decreto-legge 18 settembre 2001, n. 347, convertito, con modificazioni, dalla legge 16 novembre  2001,  n. 405, e conformemente agli Accordi fra il Governo, le  Regioni  e  le  Province  autonome di Trento e di Bolzano sanciti dalla  Conferenza permanente per il rapporti fra lo Stato, le Regioni e  le  Province autonome di Trento e di Bolzano in data 8 agosto e 22 novembre  2001,  i  livelli essenziali di assistenza sanitaria di cui agli  allegati  1,  2, 3 e 3.1 che costituiscono parte integrante del presente decreto e alle linee-guida di cui all'allegato 4.

   2.  Il  presente  decreto  entra  in vigore il quindicesimo giorno successivo  a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

 Roma, 29 novembre 2001

               Il Presidente del Consiglio dei Ministri

                             BERLUSCONI

                       Il Ministro della salute

                               SIRCHIA

               Il Ministro dell'economia e delle finanze

                              TREMONTI

          

Allegato 1 1A. Classificazione dei Livelli
  1. Assistenza sanitaria collettiva in ambiente di vita e di lavoro
  2. Assistenza distrettuale
  3. (segue punto 2) Assistenza ospedaliera 
Nell'ambito delle tre macroaree precedenti
1B. Ricognizione della normativa vigente, con l'indicazione delle prestazioni erogabili, delle strutture di offerta e delle funzioni.
Assistenza sanitaria collettiva in ambienti di vita e di lavoro
  1. Igiene e sanitą pubblica
  2. (segue 1) Igiene degli alimenti e nutrizione
  3. Prevenzione e sicurezza degli ambienti di lavoro
  4. Sanitą veterinaria
Attivitą di prevenzione rivolta alle persone
(segue nota 2)
Attivitą medico legale
(segue nota 3)
Medicina di base e pediatria di libera scelta
Emergenza sanitaria territoriale
Farmaceutica convenzionata erogata attraverso farmacie territoriali
Assistenza integrativa
Assistenza specialistica ambulatoriale
Assistenza protesica
Assistenza territoriale ambulatoriale e domiciliare
(segue Assistenza territoriale ambulatoriale e domiciliare)
(segue Assistenza territoriale ambulatoriale e domiciliare)
Assistenza territoriale semiresidenziale e residenziale
(segue Assistenza territoriale semiresidenziale e residenziale)
Cure termali
Assistenza ospedaliera
(segue Assistenza ospedaliera)
Assistenza a categorie particolari
Soggetti rsidenti in Italia autorizzati alle cure all'estero
Stranieri extracomunitari non iscritti sl Ssn
1C. Area integrazione socio-sanitaria
7.Assistenza territoriale ambulatoriale e domiciliare
(segue .7)
(segue .7)
(segue .7)
(segue .7)
8.Assistenza territoriale semi-residenziale
(segue .8)
(segue .8)
(segue .8)
9.Assistenza territoriale residenziale
(segue .9)
(segue .9)
(segue .9)
11.Assistenza penitenziaria
Allegato 2 Prestazioni totalmente escluse dai LEA
Prestazioni parzialmente escluse dai LEA
Prestazioni incluse nei LEA
Elenco DRG ad alto rischio di non appropiatezza in regime di degenza ordinaria
(segue)
Allegato 3 Indicazioni particolari per l'applicazione dei livelli in materia di assistenza...
a)Prestazioni di ricovero e cura ospedalire
b)Prestazioni di assistenza specialistica
c)L'Assistenza farmaceutica
d)Integrazione socio-sanitaria
e)Assistenza sanitaria alle popolazioni delle isole minori ed alle altre comunitą isolate
Indicatori livello ospedaliero
Clinica
Indicatori livello ospedaliero - Possibile quadro organico
Prospettiva per territorio
(segue prospettiva per territorio)
Allegato 4 Linee guida relative al ruolo delle Regioni in materia di LEA

Scrivimi a info_net@libero.it

Realizzazione a cura di Giulio Rossi

Per qualsiasi problema contattate il webmaster